Centinaia di buchi neri in un ammasso di stelle nella via lattea

è la constatazione che hanno avuto un team di ricercatori dell’università britannica di Surrey e pubblicata sul bollettino mensile della Royal Astronomy Society che potrebbe spiegare adeguatamente capricci di questo  ammasso di stelle  (ammasso globulare) noto come NGC6101, distante 49900 anni luce da noi e non visibile nell’emisfero nord,  ma appartenente a quello australe nella costellazione dell’Uccello del Paradiso.
Le stelle erano osservabili all’esterno, perché “i buchi neri vanno verso il centro e spingono fuori ogni stella che possiamo osservare”, dice Peuten, del team di ricercatori.
La notizia sarebbe che questi molteplici buchi neri vanno d’accordo tra di loro meglio del previsto e non espellono i loro “coinquilini” 🙂

Questo breve post, per segnalare questo interessante articolo pubblicato due giorni fa su Astronomy.com magazine e che vi invitiamo a leggere:

http://www.astronomy.com/news/2016/09/hundreds-of-black-holes-congregate-surprisingly-peacefully-in-a-milky-way-star-cluster

questa invece è la sua pagina wikipedia in italiano ed in inglese:
https://it.wikipedia.org/wiki/NGC_6101
https://en.wikipedia.org/wiki/NGC_6101

I crediti della foto allegata, sono della Nasa – Hubble Space Telescope:  http://server1.wikisky.org/imageView?image_id=60472

Ti è piaciuto questo articolo? Dona un piccolo contributo a xamad.net - BLOG su Patreon, ci consentirà di acquistare nuova attrezzatura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *